Interrogazione presentata assieme al Capogruppo Giovanni Lunardon.

“Nelle scorse settimane i sindaci delle Cinque Terre hanno lanciato l’allarme per l’elevato numero di turisti, che raggiungono i borghi utilizzando il treno, soprattutto dalle stazioni della Spezia e Levanto, durante le allerte meteo. Una situazione che complica eventuali interventi di urgenza. Come dichiarato dal sindaco di Riomaggiore, Fabrizia Pecunia, le maggiori difficoltà si sono registrate durante l’allerta arancione del 14 agosto scorso, quando il flusso turistico era altissimo, con picchi di 20 mila presenze al giorno, sia residenziali che di passaggio. In caso di necessità, garantire un rapido intervento sarebbe stato molto difficile. Per questo i sindaci di Riomaggiore, Vernazza e Monterosso, insieme al Parco Nazionale delle Cinque Terre, hanno richiesto congiuntamente un incontro urgente a Regione Liguria per poter coordinare le attività con Trenitalia/RFI e gli altri operatori del territorio, a fronte dell’impossibilità oggettiva da parte degli enti locali di controllare e gestire il flusso turistico, che accede nei borghi tramite il servizio ferroviario durante i periodi di allerta. Si tratta di un intervento necessario per preservare l’unicità dei borghi patrimonio dell’Unesco e per garantire la sicurezza degli abitanti e dei turisti”.

Lascia un commento