Presentate due interrogazioni alla Giunta regionale.

“Le forti piogge e il vento che si sono abbattuti sullo spezzino una ventina di giorni fa hanno messo in ginocchio alcuni dei Comuni della Val di Vara: amministrazioni con una scarsa disponibilità economica che, in tutto questo tempo, sono state lasciate sole dalle istituzioni locali e nazionali. Nei giorni scorsi il Comune di Calice al Cornoviglio, solo per fare un esempio, ha lanciato un vero e proprio appello alla Regione affinché copra almeno i costi delle somme urgenze, visto che non è possibile, per un’amministrazione così piccola, far fronte a una mole così ingente di danni: circa 700 mila euro. Secondo le normative vigenti i piccoli Comuni possono richiedere mutui molto limitati: serve un intervento della Regione. Dalla Giunta ligure ci aspettiamo anche un aiuto per quanto accaduto a seguito della chiusura della provinciale 566 della Val di Vara. Una frana causata dal maltempo ha portato alla chiusura al traffico veicolare della strada e visto che i percorsi alternativa rallentano i collegamenti, le attività sul territorio sono fortemente penalizzate. Alla Regione chiediamo di stanziare risorse ad hoc per aiutare le attività danneggiate e sostenere, con un finanziamento, gli enti proposti a realizzare i lavori per la riapertura della SP 566”.

Lascia un commento